29
Jun
2022
5 Cammini per scoprire la Sardegna

La Sardegna offre, agli amanti delle lunghe camminate, numerosi percorsi e itinerari suggestivi. Questi percorsi permettono di apprezzare luoghi insoliti, passando dalla costa all’entroterra, dalle località marittime ai borghi medievali.

<<Uno dei modi migliori per viaggiare è farlo a piedi>>.

I percorsi che vogliamo farvi conoscere in questa mini guida sono cinque:

  1. CAMMINO 100 TORRI

    Il cammino 100 torri è un percorso suddiviso in 8 vie tra i più spettacolari e panoramici per scoprire l’isola. Il cammino, chiamato così per le 105 torri costiere che scandiscono il sentiero, consente partenze da qualsiasi città: Cagliari, Arbatax, Olbia, Castelsardo, Porto Torres, Alghero, Oristano, Carloforte.  Il percorso attraversa l’isola lungo il suo periplo, passando per spiagge, dune, chiese, fari, macchia mediterranea e foreste selvagge. Il cammino può essere percorso solo in alcune delle sue tappe o lungo l’intera costa sarda. 

    https://www.cammino100torri.com/

  2. CAMMINO DI SANTU JACU

    Il cammino di Santu Jacu ripercorre gli antichi luoghi legati al culto di San Giacomo e ai pellegrinaggi che dall’isola partivano alla volta della Galizia. Oltre alle chiese, il percorso attraversa siti preistorici e archeologici, foreste e parchi naturali, aree vulcaniche, zone minerarie, basiliche del romanico e caratteristici borghi. Il percorso completo è lungo 1600 km, di cui 470 km nell’asse centrale tra Cagliari e Porto Torres, 240 km tra Bolotana e Oristano, 300 km tra Ozieri e Olbia, 340 km da Cagliari per il Sulcis fino alle isole di San Pietro e sant’Antioco. 

    http://www.camminando.eu/

  3. CAMMINO DI SAN GIORGIO VESCOVO

    Il Cammino di San Giorgio Vescovo ripercorre gli itinerari dell’omonimo santo. San Giorgio fu il primo vescovo dell’ Ecclesia Barbariensis che aveva sede a Suelli. Il cammino, lungo 300 km, parte da Cagliari, attraversando le colline della regione storica del Trexenta, proseguendo nelle zone più interne dell’Ogliastra, della Barbagia Orientale e del Supramonte fino ad arrivare ad Oliena passando internamente, oppure ad Arbatax passando per la costa.

    http://www.camminodisangiorgiovescovo.it/

  4. CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA

    Il Cammino Minerario di Santa Barbara, santa patrona dei minatori, si sviluppa all’interno del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, nel Sulcis-Iglesiente-Guspinese. Il cammino, patrimonio UNESCO, misura 500 km suddiviso in 30 tappe. Si cammina per quasi il 75% del percorso su sentieri, mulattiere, carrarecce e strade carrabili sterrate, mentre il restante 25% è costituito dalle strade lastricate dei centri urbani e da brevi tratti extraurbani con fondo in asfalto. La Tappa 01 parte da Iglesias verso Nebida mentre l’ultima tappa, Tappa 30, porta da Bacu Abis ad Iglesias. 

    https://www.camminominerariodisantabarbara.org/

  5. SELVAGGIO BLU

    Il Selvaggio Blu è uno dei trekking più spettacolari d’Italia e attraversa canyon, scogliere a picco sul mare, grotte, calette, boschi e fiumi nel Golfo di Orosei. Da Pedra Longa, l’itinerario giunge fino a Cala Sisine snodandosi sull’orlo di una falesia verticale e attraversando antichi sentieri un tempo percorsi da pastori e mulattieri. Il Selvaggio Blu è diviso in 5 tappe da percorrere possibilmente in primavera o in autunno. La parte più impegnativa del trekking è quella che da Cala Goloritzè giunge fino a Bacu Mudaloru. Dura circa 6 ore ed alterna tratti a piedi, passaggi di arrampicata e discese in corda.